Crea sito

Giorno: 13 febbraio 2016

Onde gravitazionali, come nel film Interstellar diventano “concepibili” i viaggi nello spazio e nel tempo

Chi ha visto il film Interstellar può capire di cosa si parla e si scrive. Ma dopo lo svelamento al mondo della rilevazione delle onde gravitazionali viaggiare nello spazio e nel tempo, “tuffandosi” nei buchi neri, come faceva Matthew McConaughey e sfrecciando all’interno di un cunicolo spaziotemporale, un wormhole come quelli visti nella pellicola diretta da Cristopher Nolan potrebbe diventare “concepibile”.

“Si apre un mondo per la ricerca. Anzi, si potrebbero aprire più mondi”, ha detto Salvatore Capozziello, dell’università Federico II di Napoli, ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e presidente delle Società Italiana di Relatività Generale e Fisica della Gravitazione (Sigrav).  “Le onde gravitazionali che adesso siamo in grado di intercettare sono direttamente connesse con la struttura degli oggetti che le emettono, vale a dire – ha spiegato l’esperto – posso desumere da un’onda gravitazionale le caratteristiche dell’oggetto che la emette”. Diventa possibile costruire una nuova mappa del cielo: finora avevamo solo quella basata sulla luce visibile, o sui raggi X, o sull’infrarosso, e adesso si può costruire la mappa basata sulle onde gravitazionali.
Via ilfattoquotidiano


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi